MERCOLEDÌ , 26 luglio 2017
Flash News 24
Flash
CRONACA
LE FOTO. Il superboss in tuta ha cercato la fuga nelle campagne di Marano: stanato e messo in ginocchio
di REDAZIONE

MARANO. I Carabinieri della Sezione "Catturandi" del Nucleo Investigativo di Napoli, durante le indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia hanno tratto in arresto il latitante Felice D'Ausilio, 35enne, reggente dell'omonimo clan e figlio del capo storico, Domenico D'Ausilio (detto Mimi o' sfregiato) condannato anch'egli all'ergastolo e attualmente detenuto e sottoposto al regime speciale di cui all'art. 41 bis della legge sull'ordinamento penitenziario . D'Ausilio Felice, detenuto presso il carcere di Tempio Pausania e già condannato alla pena dell'ergastolo per omicidio e associazione di tipo mafioso era evaso nel maggio scorso dopo aver ottenuto un permesso premio. I militari dell'Arma lo hanno individuato e tratto in arresto a Marano di Napoli, ove si nascondeva in un appartamento di Via Barco preso in affitto. Quando il ricercato ha intuito l'imminente irruzione dei Carabinieri ha tentato di darsi alla fuga da una finestra sul retro della casa, risalendo poi per una scarpata erbosa. Grazie anche al supporto fornito da un elicottero dell'Arma è stato quindi prontamente bloccato. All'atto dell'ingresso, i militari hanno trovato una 50enne di Qualiano che è emerso che quest'ultimo si prendeva cura del latitante, provvedendo a varie necessità domestiche.

19/12/2016
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.207 Anno 14
MERCOLEDÌ , 26 luglio 2017
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube