SABATO , 25 marzo 2017
Flash News 24
Flash
CRONACA
Povera sulla carta, ma con un matrimonio di 2 mln di euro: così Zì Rosaria riciclava i soldi del clan Amato-Pagano
di REDAZIONE

MELITO. Secondo gli inquirenti aveva un patrimonio di circa 2 mln di euro, fatto di beni mobili ed immobili, tutto frutto delle attività illecite, a partire dallo spaccio di droga. Per questo motivo è stato emessa una nuova ordinanza di arresto per Rosaria Pagano, detta a Zì, sorella del boss Cesare e cognata di Raffaele Amato. Quella che viene considerata la nuova reggente del clan dovrà espiare la pena di anni 2 e 11 mesi di reclusione poiché riconosciuta colpevole del reato di riciclaggio, commesso nel maggio 2003 a Napoli. Soldi del clan guadagnati con attività illecite e investiti in attività commerciali e beni immobili. Il provvedimento gli è stato notificato dai carabinieri nel carcere di Santa Maria Capua Vetere dove è detenuta per l'arresto dello scorso 17 gennaio insieme ad altre 16 persone accusate di associazione a delinquere di stampo camorristico.

11/03/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.84 Anno 14
SABATO , 25 marzo 2017
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube