MARTEDÌ , 21 novembre 2017
Flash News 24
Flash
POLITICA
Mugnano, è scontro sulla Tari. Botta e risposta tra maggioranza ed opposizione
di Antonio Sabbatino

MUGNANO. Approvate dal consiglio comunale le nuove tariffe Tari, la tassa sui rifiuti solidi urbani, per l’anno 2017. Per alcune categorie sono previste delle agevolazioni. A goderne, ad esempio, chi darà vita a nuove start-up sul territorio per le quali sono previste riduzioni nei primi tre anni di attività del 40% il primo anno, del 30% il secondo e del 20% nel terzo anno di attività. Oltre a tali agevolazioni, ci sarà la completa esenzione per i luoghi di culto e le relative pertinenze, cioè tutti quegli immobili destinati al culto. Si mostra soddisfatta l’amministrazione comunale per il provvedimento ratificato, a maggioranza, dall’aula. «Con questi provvedimenti – spiega l’assessore al Bilancio Franca Russo – abbiamo cercato di venire incontro alle esigenze dei commercianti e dei giovani imprenditori. Con le agevolazioni per le attività che donano le eccedenze alimentari andiamo, invece, a ridurre gli sprechi aiutando chi è in difficoltà». Sulla stessa lunghezza il sindaco Luigi Sarnataro.


«Per la prima volta nella storia della nostra città si sono abbassati i costi della raccolta differenziata e in contemporanea c’è stato un grande recupero dell’evasione fiscale, grazie a questo abbiamo potuto mettere in campo tutta una serie di agevolazioni fiscali. Questo piano tariffario rappresenta una chiara scelta politica. Abbiamo deciso di agevolare chi apre nuove imprese nella nostra città, creando così posti di lavoro». Di tutt’altro avviso le opposizioni, dal Movimento 5 Stelle alle forze di centrodestra. In un comunicato, con tanto di manifesto, si legge: «In consiglio comunale abbiamo celebrato il funerale politico di quelli che si spacciavano per comunisti. La modifica al regolamento Tari che prevede l'esenzione totale delle pertinenze dei luoghi di culto (ricordiamo che i luoghi di culto già erano esentati dal pagamento Tarin questa modifica si estende l'esenzione anche agli uffici teatri e a tutte le pertinenze) e l'agevolazione che prevede sconti in bolletta per le attività commerciali che donano le eccedenze alimentari è un altro regalo che si fa alla grande distribuzione perchè solo loro oggi possono permettersi di avere delle eccedenze alimentari. Tutto ciò a danno delle piccole botteghe e dei piccoli esercizi commerciali che dovranno subire quest'altra discriminazione fiscale e concorrenza sleale».
Sulle accuse dell’opposizione riguardanti l’esenzione Tari per i luoghi di culto, il primo cittadino Sarnataro risponde così: «Non dobbiamo dimenticare che questi rappresentano importanti centri di aggregazione, togliendo i ragazzi delle strade e fornendo loro un modello educativo fondamentale per combattere tutte le forme di violenza, in primis il bullismo».

31/03/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.325 Anno 14
MARTEDÌ , 21 novembre 2017
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube