MERCOLEDÌ , 28 giugno 2017
Flash News 24
Flash
BOTTA E RISPOSTA SUI SOCIAL
Sant'Antimo. La campagna elettorale si infiamma. Russo attacca Chiariello: «Sarà la cuoca di Cesaro». La replica del vicesindaco...
di

SANT'ANTIMO. Iniziano le schermaglie tra i protagonisti in campo alle elezioni comunali. A dar fuoco alle polveri, il candidato del centrosinistra Aurelio Russo e quello del centrodestra Corrado Chiariello. Il primo, esponente del Pd e per due brevissimo periodi primo cittadino, punta il dito contro il vicesindaco uscente della giunta Piemonte che una settimana fa ha incassato l’appoggio di Forza Italia a sostegno della sua candidatura. Il secondo, gli ribatte con parole sferzanti che fanno riferimento allo spazio autogestito di Russo dal titolo “Occhio sul Territorio’’ in una onda su una tv locale. «Da quando Forza Italia (e Cesaro) lo ha indicato come proprio candidato sindaco alle amministrative di giugno, Corrado Chiariello vive un doppio dramma» scrive sul suo profilo facebook Russo, che poi entra nello specifico. «Lui che aveva collazionato le sue liste civiche cavalcando la necessità del cambiamento “contro” ed “in alternativa” (dichiarandosene estraneo) al sistema di potere del chiacchierato deputato santantimese, oggi (unto da Cesaro) si trova nella necessità di dimostrare come quel progetto non è perduto del tutto. Qualche ghost writer, ha inventato lo slogan “continuità politica e discontinuità amministrativa’’. Un ossimoro ardito, ma che non regge a nessuna logica».
Il candidato del centrosinistra cita poi Lenin il quale «sosteneva che l’Unione Sovietica era un meccanismo tanto perfetto che sarebbe bastata una cuoca per dirigerla». Facendo riferimento alle parole di uno dei leader della rivoluzione bolscevica, Russo è convinto che, «purtroppo per Chiariello, il meccanismo del sistema Cesaro è tanto in difficoltà e sgangherato (non sono riusciti a trovare nemmeno un candidato sindaco decente in quattro mesi di ricerche). Anche Piemonte, nella sua decennale esperienza, avrebbe voluto prendere le distanze dall’ingombrante (non solo fisicamente e grammaticalmente) deputato locale; ma poi abbiamo visto la fine che la sua Amministrazione ha fatto. Il dramma di Chiariello è che si troverà ad essere (come Piemonte) la cuoca di Cesaro, con nessuna possibilità di capirci qualcosa. A meno che non sostenga che non è lui che sta con Cesaro; ma è Cesaro che sta con lui».
Immediata la risposta del diretto interessato. «Il cuoco – afferma Chiariello – è un lavoro nobile, complicato che richiede sapienza nel miscelare ingredienti spesso diversissimi fra loro. Esercizio assimilabile proprio a quello di un bravo politico, di un abile amministratore, di un uomo delle istituzioni che debba raggiungere una sintesi tra le diverse "anime" per dare vita ad un buon governo.
Ringrazio il candidato sindaco Russo per cotanta attenzione, e per l'importanza che rivesto per lui, entrambe riservatemi con elvetica puntualità anche in interessantissime emittenti televisive, riferibili - quelle sì - ai regimi sovietici, al cui confronto la Pravda è stata un trionfo di imparzialità». Chiariello, chiosa: «Rassicuro il candidato sindaco del Pd, oltretutto, per l'interesse che non riuscirò più a ricambiargli, dato che sono impegnato ad occuparmi dei cittadini e delle loro istanze, e non di pontificare a cadenza regolare nei salotti di una trasmissione, con un "occhio (bendato) sul territorio. Un vero dramma, questo si».

08/04/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.179 Anno 14
MERCOLEDÌ , 28 giugno 2017
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube