MARTEDÌ , 23 maggio 2017
Flash News 24
Flash
POLITICA E CAMORRA
Il clan aveva le mani sul Comune di Marano, il condizionamento degli Orlando dietro lo scioglimento
di REDAZIONE

MARANO. I carabinieri del gruppo di Castello di Cisterna hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal g.i.p. di Napoli su richiesta della Dda partenopea a carico di 30 persone ritenute elementi di spicco del clan “Orlando” e responsabili, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso e di estorsione aggravata dal metodo mafioso, traffico di stupefacenti e detenzione di armi da guerra.
Nel corso delle indagini i carabinieri hanno ricostruito la struttura del clan “Orlando”, capeggiato da un latitante, e dimostrato la provenienza dei profitti del sodalizio: estorsioni a imprenditori e controllo diretto di attività commerciali ma, soprattutto, importazione dalla spagna di ingenti quantità di hashish che venivano redistribuite sulle piazze di spaccio di Marano, Calvizzano e Quarto, con i “gestori” che pagavano “il pizzo” al clan. Documentate anche attività di condizionamento per le quali il 30 dicembre scorso era stato sciolto il Comune di Marano per infiltrazioni camorristiche.

18/04/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.143 Anno 14
MARTEDÌ , 23 maggio 2017
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube