GIOVEDÌ , 25 maggio 2017
Flash News 24
Flash
CRONACA
Non solo l'uomo che si masturba in strada, a Casoria c'è anche un altro maniaco del sesso
di Antonio Sabbatino

CASORIA. Intensificazione dei controlli ed una presenza ancora maggiore degli agenti nell’arco dell’intera giornata. È quanto assicurano dal Comando di Polizia municipale dopo le segnalazioni di individui esibitisi con atti osceni in luogo pubblico nei pressi della stazione ferroviaria. Era stata una donna, tra le altre, a far presente sui social la presenza di un uomo che, a bordo di un’auto individuata come una Ford Focus nera, si sarebbe masturbato al suo passaggio. A quanto pare, la presenza di quest’uomo risalirebbe nel tempo. In verità il fenomeno degli atti osceni in luogo pubblico dinanzi alla stazione, e non solo, non è una novità: già in passato infatti le forze dell’ordine, vigili urbani e carabinieri soprattutto, hanno denunciato diversi soggetti resisi protagonisti di atteggiamenti inequivocabilmente sessuali in pubblico dinanzi alla stazione ma anche in altre zone della città, sia di giorno che di sera. I caschi bianchi ora, dopo che la nostra testata ha spiegato loro cosa è successo, visto che non tutti avevano appreso dai social la denuncia dei cittadini, annunciano controlli ulteriormente serrati, affidandosi a quei vigili urbani che di solito girano il territorio in scooter.

Ad Internapoli.it, giunta sul posto, le persone interpellate hanno però risposto di non aver visto, almeno per il momento, questo soggetto nella Focus Nera, pur consci che la stazione di Casoria, come in verità la maggior parte di queste, è punto d’approdo di una moltitudine di personalità, anche bizzarre. «Non abbiamo contezza di quanto denunciato. In questa stazione è capitato tempo addietro che qualcuno abbia commesso dei piccoli furti mentre gli utenti salivano sui treni, ma atti osceni in luogo pubblico no», ci dice il bigliettaio della stazione. Discorso simile per il gestore del bar adiacente. «Abbiamo letto sui social: ma nessuno non abbiamo visto nulla». Più duro invece il barista di un altro caffè nelle vicinanze. «Se è così, meglio che non lo vedo, altrimenti “o rap a cap’’. Qui passano migliaia di persone, di donne e giovani ed una cosa così è veramente indegna». Stessa risposta di molti pendolari in attesa di prendere il treno o appena scesi da un convoglio.
Ma non solo atti osceni. In più di un’occasione sono state fermate e denunciare nei pressi della stazione persone pronte a vendere il proprio corpo in cambio di danaro. L’ultima scoperta dei vigili urbani, circa due settimane fa. Anche in questo caso, il fenomeno dura da anni con soltanto brevi periodi di interruzione prima di una “rifioritura’’ sempre e comunque garantita in altri punti del casoriano come via Nazionale delle Puglie o via Capri, in direzione della Circumvallazione Esterna.

21/04/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.145 Anno 14
GIOVEDÌ , 25 maggio 2017
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube