SABATO , 18 novembre 2017
Flash News 24
Flash
IL RETROSCENA DI CAMORRA
Un mancato saluto stava per far scoppiare una guerra, ecco cosa successe tra gli Orlando e il gruppo 'e for o trugli
di Stefano Di Bitonto

MARANO. E' agosto 2015 quando giunge a termine il 'metrimonio' di interessi tra gli Orlando (poi divenuti padroni assoluti di Marano) e i Polverino. Il culmine del contrasto si è però consumato il 30 agosto 2015: i soggetti coinvolti due sodali del clan Orlando, Antonio Di Lanno (fratello di Ciro) e tale Peppe “Merdillo” (successivamente identificato in Passaro Giuseppe). Costoro sarebbero andati al “truglio”, zona ricompresa tra il Corso Mediterraneo e via Adda, sottoposta al controllo dei Polverino, e tale “Michelino” (n.m.i.) non aveva alzato la mano per salutarli, suscitando la loro reazione, riportata poi ad alcuni componenti del gruppo del “Truglio”. Era poi seguita l'incursione di “Caccone” e “Giarretella” (Visconti Claudio e Giarra Diego), uomini di for „o truglio, ai “carrisi”, ove vi fu un confronto con Raffaele Lubrano e Celeste Carbone (celestone), durante il quale era intervenuto Raffaele Veccia (alias o maresciallo) che aveva minacciato e allontanato i due polveriniani, recependo quel gesto come un affronto al Clan Orlando.
Tanto aveva determinato il coinvolgimento immediato dei referenti delle due consorterie di “e for o truglio” e degli Orlando, rispettivamente nelle persone di Salvatore Ruggiero (alias “Totore o russ”), figlio di Geppino “Cepp e fung”, ed Armando Lubrano alias “Armandino”, i quali si adoperavano per un?opera di mediazione tra le due “alleanze”. La questione si conclude in via cupa Camaldoli, dove si erano riuniti i componenti del gruppo “e for o truglio”, gravitanti nei Polverino, e dove i reppresentanti di vertice dei Polverino erano stati successivamente raggiunti da Armando Lubrano, Lorenzo Nuvoletta, Angelo Orlando alias o malomm, accompagnati da Sarappo Gennaro. L'incontro tra i referenti dei due gruppi ha consentito di immortalare ed identificare i soggetti partecipanti grazie alla telecamera di videosorveglianza installata nei pressi dell?area boschiva.



13/05/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.322 Anno 14
SABATO , 18 novembre 2017
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube