DOMENICA , 24 settembre 2017
Flash News 24
Flash
CRONACA
VIDEO CHOC. Inseguimento, sparatoria ed agguato finale: killer in azione per vendetta nel Napoletano
di REDAZIONE

TORRE ANNUNZIATA. I carabinieri del nucleo investigativo di Torre Annunziata e della compagnia di Torre del Greco hanno dato esecuzione a 2 ordinanze di custodia cautelare, una in carcere e l’altra in istituto penitenziario minorile, emesse dai g.i.p. di Torre Annunziata e da quello per i minorenni di Napoli a carico di un 20enne di Torre del Greco e di 3 minorenni ritenuti responsabili a vario titolo di tentato omicidio, tentata rapina, porto abusivo di armi comuni e da guerra e munizioni. agli indagati minorenni è stata inoltre riconosciuta l’aggravante delle finalità mafiose. Nel corso di indagini coordinate dalle rispettive procure e partite a seguito del tentato omicidio di un 21enne la sera del 27 dicembre a Torre del Greco, i militari hanno accertato che gli indagati erano partiti da Torre Annunziata in cerca di qualcuno da rapinare e avevano individuato un obiettivo a Torre del Greco: un 21enne che stava transitando sul suo scooter. In sella a 2 ciclomotori lo avevano inseguito per le strade della città del corallo non riuscendo a raggiungerlo per portare a termine il colpo. avevano così deciso di sparargli per bloccarlo, riuscendo a colpirlo a una caviglia.




La vittima era stata comunque raggiunta davanti a una pizzeria e ferita davanti al locale con 2 colpi di pistola sparati a distanza ravvicinata che lo avevano raggiunto al torace provocandogli lesioni gravissime che solo grazie al veloce soccorso del 118 non diventarono letali. I militari hanno dunque identificato i responsabili del tentativo di rapina e del tentato omicidio; tra loro anche due 16enni ritenuti vicini all’associazione camorristica dei “gallo-limelli-vangone” operante tra trecase, boscotrecase e boscoreale, nel vesuviano. L’attività investigativa ha anche consentito di accertare che gli indagati minorenni avevano la disponibilità di armi e munizioni, tra cui un fucile kalashnikov sequestrato il 1 dicembre 2016 a boscotrecase nella roccaforte dei gallo limelli-vangone. Quel sequestro portò il 23 gennaio all’esecuzione di un’o.c.c.c. da parte dei carabinieri del nucleo investigativo di torre annunziata a carico di andrea vangone, il 58enne di boscotrecase ritenuto reggente del clan, nonché a carico di bernardo fattorusso e fabio carpentieri, di 29 e 32 anni, entrambi di boscotrecase, ritenuti contigui allo stesso sodalizio camorristico.

19/05/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.267 Anno 14
DOMENICA , 24 settembre 2017
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube