VENERDÌ , 28 luglio 2017
Flash News 24
Flash
L'INIZIATIVA
'Giornata Mondiale del Rifugiato', assemblea della 'Casa del Popolo di Qualiano
di Vincenzo Scaglione

QUALIANO. In occasione della "Giornata Mondiale del Rifugiato", indetta a partire dal 2001 dalle Nazioni Unite e celebrata in tutto il mondo il 20 Giugno, la "Casa del Popolo" di Qualiano ha organizzato un'assemblea col fine di sensibilizzare i partecipanti sulla storia di Nagi Cheik Ahmed, giovane attivista politico originario della Mauritania in fuga dal governo filoislamista ed oggi ospite di un centro di accoglienza della nostra città.
Carmine Sgariglia, attivista del partito comunista con sede a Qualiano, ci ha contattati per spiegare l'intento di tale iniziativa: "Stavamo già da tempo portando avanti un discorso politico insieme ai ragazzi migranti che alloggiano all'Hotel Mango, il quale accoglie appunto tutte quelle persone che sono state costrette ad abbandonare il proprio paese. Tra tutti ci ha colpito particolarmente la storia di Nagi, laureato in economia e giornalista della Mauritania costretto a scappare in Italia dopo aver ricevuto una condanna a morte!".
Quando gli chiediamo come mai sia stato condannato, Sgariglia chiarisce i motivi: "è stato accusato di frequentare un blogger della Mauritania, il quale aveva a più riprese scritto dei pezzi contro il governo locale. Lì vige la repubblica islamica, quindi se si prova soltanto per sbaglio ad andare contro il regime si viene condannati a morte senza diritto di appello, in quanto si tratta di un vero e proprio reato di apostasia. Ora questo suo amico è in carcere anche se, grazie a dei movimenti solidarietà, non è ancora stato giustiziato. Nagi è qui in Italia per cercare di ottenere asilo politico e per cercare di liberare in qualche modo questo suo caro amico."
Infine ci spiega come si è svolta l'assemblea: "Abbiamo cercato di riunire più persone possibili e abbiamo raccontato la sua storia. L'occasione della giornata mondiale del rifugiato ci è sembrata quella più logica. Ovviamente l'incontro non era soltanto mirato a spiegare la vicenda personale di Nagi, ma aveva soprattutto come scopo quello di far capire alle persone la reale condizione di tutti questi rifugiati che cercano di tornare al proprio paese; abbiamo lanciato delle proposte, ci siamo attivati, prossimamente seguiranno delle petizioni. E tutto affinchè storie come quelle di Nagi possano sensibilizzare il popolo su una seria problematica del nostro tempo. La costruzione di un futuro di vera integrazione ha come tappa fondamentale la conoscenza del diverso. Perciò credo che martedì scorso abbiamo concretamente aperto una finestra sul mondo africano e sfatato qualche mito in tema di migrazioni e accoglienza. "

23/06/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.209 Anno 14
VENERDÌ , 28 luglio 2017
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube