MERCOLEDÌ , 22 novembre 2017
Flash News 24
Flash
IL CASO
Mugnano. E' polemica sulla gestione delle Guardie ambientali, il cordinatore denuncia le criticità
di Alessandro Caracciolo
guardie ambientali mugnano cinque stelle

MUGNANO. E' polemica in città per la gestione delle guardie ambientali. Esattamente un anno fa il Comune ha nominato 26 Guardie Ambientali Volontarie. Dopo 364 giorni emergono diverse criticità che sono state denunciate nella relazione, datata 3 luglio 2017, del coordinatore locale delle Guardie Ambientali Volontarie. Il documento è stato pubblicato anche sulla pagina Facebook del Movimento Cinque Stelle. Nella missiva si traccia un bilancio degli otto mesi di attività soffermandosi su alcuni punti deboli del corpo: “È noto che l'introduzione sul territorio di questo gruppo è stato fatto come si sul dire ‘dalla sera alla mattina’, vale a dire senza una vera e propria informazione (mediatica e non) dove appunto la cittadinanza veniva informata della presenza e dei compiti che svolgessero tali operatori”.


Le Gav nel corso delle loro attività avrebbero elevato circa 100 multe riscontrando l’errato conferimento dei rifiuti, grazie all’ausilio delle telecamere installate sul territorio e alle segnalazioni del personale della Teknoservice. Il coordinatore denuncia le difficoltà operative vissute dalle Guardie al primo cittadino Sarnataro e all’assessore all’Ambiente Valerio Capasso: “Allo stato siamo sempre senza una sede operativa, manchevoli di qualsiasi tipo di strumento per renderla funzionale allo scopo. Detto ciò, è mio dovere in qualità di coordinatore di dire con onesta intellettuale che non tutti i componenti Gavc, hanno nobilitato la causa (sebbene fosse un impegno assunto per scelta), addirittura molti di esse non hanno raggiunto neppure il minimo di presenza (10 ore mensili), così come previsto dal regolamento comunale”. In chiusura della comunicazione il coordinatore suggerisce l’organizzazione di un corso d’aggiornamento per il corpo volontario.

I militanti del Movimento Cinque Stelle hanno seguito le attività notturne della Guardie, documentandole con un video postato sulla loro pagina Facebook. “Relativamente alle situazione delle guardie ambientali a Mugnano ieri avevamo pubblicato un documento ufficiale in cui si afferma che esse non hanno una sede operativa, l'assessore Valerio Capasso ci ha inviato un documento più aggiornato in cui si afferma che le Gav hanno una sede nella struttura del Mercato Ittico, ne prendiamo atto ma ci teniamo a precisare che il primo documento non aggiornato ci era stato fornito dallo stesso assessore. Riguardo alle carenze della gav l'assessore ci riferisce che nell'arco di tre mesi (più o meno da quando è in carica) sono stati predisposti l'acquisto di pettorine, tesserine, guanti, masherine e quant' altro necessario alla piena operatività del corpo. Specifica altresì che il materiale dovrà essere fornito tramite polizia municipale, eccezion fatta per il materiale per aprire i sacchi che deve arrivare tramite la ditta che gestisce il ciclo dei rifiuti a Mugnano. Rettifichiamo con piacere ciò che c'è a rettificare, torneremo presto a fare un giro con le gav per vedere se gli impegni sono stati mantenuti.”.

14/07/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.326 Anno 14
MERCOLEDÌ , 22 novembre 2017
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube