MERCOLEDÌ , 23 agosto 2017
Flash News 24
Flash
L'ALLARME
«Con questi roghi nun cia facim chiu»: il grido disperato di una ragazza di Qualiano in cura al Pascale
di Guido Pianese

QUALIANO. "Con questi roghi nun cia facimm chiu'" è questo il grido disperato di una giovane 33enne di Qualiano. Lia è una ragazza bella e solare finita in un girone infernale fatto di cure e chemioterapie che ogni mese la costringono a recarsi all'Ospedale Pascale per la sua dose di medicine. La giovane vive nell'epicentro della Terra dei Fuochi, nell’inferno dei roghi tossici e delle discariche che puzzano di camorra.

Anche lei è una vittima sacrificale dei loschi affari della malavita che per anni ha sotterrato ed avvelenato questa terra, e vittima dei criminali che continuano a bruciare rifiuti di ogni genere. A causa della sua malattia dovrebbe vivere in una zona di comfort, quanto più sterile ed incontaminata è possibile. Invece no. E' costretta, come tutti, a respirare i veleni dei roghi tossici che ogni giorno, puntualmente, ammorbano l'aria al Nord di Napoli.

Il suo post su Facebook, di questa mattina, ha commosso il web, forse perchè provengono da chi con la propria pelle sta pagano lo scotto più grande. "Eccomi qua seduta nella sala d'attesa dell'Ospedale Pascale di Napoli. Ogni 21 giorni faccio il mio dovere da malaticcia, vengo qui e faccio la mia terapia, ormai c'è un'intesa tra me è l'ospedale che davvero ci parlo. Ma stamattina non è dell'intesa amorosa che ho con l' edificio che volevo parlare. Stamattina non si può stare in strada, puzza. Puzza di fumo e l'aria è irrespirabile. Ora il dubbio mi sorge spontaneo, ma se la situazione fuori da questo edificio è così tragica ed allarmante, qual'è il senso di venire ogni volta a fare queste cure? Io come tante altre persone cosa ci facciamo qui?. Siete dei poveracci, ci state uccidendo nun cia facimm chiù" conclude amareggiata, delusa, spaventata.

Ecco il suo un post veloce in attesa della terapia, poi viene il suo turno e assunta la sua dose di medicine dovrà tornare a casa, in quella casa dove a pochi metri hanno appiccato l'ennesimo rogo tossico e dove l'odore acre del fumo nero ha già invaso la sua cameretta.

19/07/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.235 Anno 14
MERCOLEDÌ , 23 agosto 2017
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube