MARTEDÌ , 17 ottobre 2017
Flash News 24
Flash
CASO MIGRANTI
Sprar a Mugnano, l'auspicio del consigliere Santopaolo: «Nessun favore agli amici o scambio elettorale»
di REDAZIONE
mugnano migranti sprar consigliere santopaolo

MUGNANO. Il mio primo intervento da consigliere comunale d’ opposizione, ahimè, capita in un momento di forte emergenza sociale per Mugnano e più in generale per l’ Italia e l’Europa, l’accoglienza dei rifugiati. Sembrerebbe cosa superflua precisare che l’accoglienza è doverosa dal punto di vista umano, legata per altro a fenomeni storici politici replicabili e inevitabili, ma in tempi di derive razziste e spinte xenofobe non lo è. Risale a non molto tempo fa, il 16 giugno, la dichiarazione di Tito Boeri, presidente dell’ Inps che afferma : “Se oggi chiudessimo le frontiere agli immigrati non saremmo in grado di pagare le pensioni e i nostri sistemi di protezione sociale: versano 8 miliardi e ne prelevano 3, con un surplus di circa 5 miliardi” Ora, volendo analizzare la questione dal punto di vista locale, posto che Mugnano ha il dovere di accogliere e di prendersi carico degli immigrati che scappano da guerre e barbarie e l’obbligo di fornire strumenti e percorsi di integrazione sociale ed economica per favorirne l’autonomia, a chi andrà il surplus?


Per intenderci, chi sono i soggetti che in questo momento storico politico sono interessati a questa lodevole opera di accoglienza. E' doverosa una precisazione: l'attuale amministrazione, attraverso il prezioso supporto del Terzo settore avrebbe potuto garantire interventi di accoglienza integrata e aderire al Sistema di protezione per i richiedenti asilo e rifugiati già nel 2015, essendo al potere, calmierando da un lato l'arrivo dei migranti e dall'altro arginando il fenomeno speculatorio dei Cas, che si limitano alla sola offerta di vitto e alloggio. Come mai solo nel giugno 2017 ci si è interessati alla soluzione dello SPRAR? Lungo tutto il 2016 chi ha pensato a controllare, vigilare e informare la popolazione circa i Cas? Nell'opinione di chi, come me, si sta interessando alla situazione, il sentore è che si è atteso il momento propizio per garantire i soliti “amici”. La mia non è una provocazione, ma un dubbio che sorge spontaneo leggendo alcuni articoli pubblicati sugli organi di stampa: in uno dei quali si paventa l'arrivo di: «duecento nuovi migranti nei locali della succursale dell'ex Segrè?». In un altro articolo il Sindaco chiarisce: «Allo stato attuale non risulta alcuna procedura negoziata in corso tra la Prefettura e i proprietari dell’ex liceo Segrè per l’arrivo di 200 migranti sul territorio. Al contrario la struttura, insieme ad un altro edificio, parrebbe essere inserita nell'ambito del progetto presentato da cooperative all'interno della manifestazione di interesse per la realizzazione dello Sprar, per l’accoglienza di 50 migranti”.

Come fa il Sindaco a sapere che una delle cooperative che ha risposto alla manifestazione di interesse, ha individuato nell'ex Segrè la struttura per ospitare i migranti, posto che ad oggi la Commissione esaminatrice non si è ancora riunita e pertanto il plico contenete il progetto dovrebbe essere ancora sigillato? Confidenza anticipata di qualche amico dell’amico? Chi sono questi soggetti del terzo settore che si sono presentati alla manifestazione di interesse? Hanno una conoscenza approfondita del territorio di Mugnano, del suo tessuto sociale ed economico? Ma soprattutto il sindaco e i suoi amici altri, della maggioranza e non, ha pensato al livello di sostenibilità che Mugnano offre? L'auspicio è che l'intera procedura sia gestita con la massima trasparenza e legalità, non vi siano favoritismi che trasformino lo Spar in un espediente per soddisfare gli interessi di amici o, addirittura, diventi moneta di scambio elettorale. La rivoluzione culturale passa anche da qui.
Com.Sta.

25/07/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.290 Anno 14
MARTEDÌ , 17 ottobre 2017
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube