GIOVEDÌ , 14 dicembre 2017
Flash News 24
Flash
IL TAVOLO CON L'EAV
Deciso il percorso della navetta di Melito, dubbi sul numero delle corse
di Antonio Sabbatino
melito navetta corse

MELITO. Sopralluogo questa mattina dei responsabili Eav e dell’assessore Rosa Cecere sul percorso relativo al progetto di istituzione della navetta con destinazione stazione della metropolitana di Mugnano di via Pietro Nenni e la sede del distretto sanitario Asl dello stesso comune confinante con Melito, in via Aldo Moro. Il tragitto studiato, proposto dall’assessore Cecere, pari a 9,1 km di distanza e ora al vaglio dell’Ente Autonomo Volturno, sarebbe questo: partenza, come capolinea, da via Roma 19, ovvero nei pressi del ponte che delimita il confine territoriale con Scampia; da lì 6 fermate in tutto in via Roma, 5 in corso Europa, zona colonne di Giugliano compresa poi, proseguendo in direzione di Mugnano, la navetta arriva in via Pietro Nenni dove si trova la fermata della metropolitana Eav e, approdo successivo, via Aldo Moro dove si trova l’Asl. Da lì, la navetta compie il percorso inverso tornando al capolinea di via Roma nei pressi del territorio di Scampia. Il numero delle corse non è ancora definito nei dettagli e, di conseguenza, la frequenza delle corse dovrà però essere stabilito.
Tre le ipotesi avanzate dall’assessore Rosa Cecere. Primo: 27 corse giornaliere in tutto con due navette a disposizione con prima partenza alle 5.50 e l’ultima poco dopo le 21, in tempo per raggiungere la metropolitana o ritornare da lì prima della chiusura. Le corse si ridurrebbero a 16 ad agosto e a 8 nei giorni festivi. Tale piano però, difficilmente avrà l’avallo di Eav perché il dispendio di risorse non è da poco, tenendo presente che il Comune non sborserà soldi per il servizio navetta.


Secondo progetto, alternativo al primo e forse con più chances di avere il via libera: utilizzare una sola navetta, con 16 corse complessive a distanza di circa un’ora l’una dall’altra, quindi con un tempo sostanzialmente raddoppiato rispetto alla prima ipotesi. In ultima analisi, avere un numero più nutrito di corse nel periodo in cui sono aperte le scuole con una diminuzione nella stagione estiva. Quale che sia l’opzione realizzabile, la maggior parte del territorio di Melito è coperto dall’arrivo della navetta tranne che la zona di corso Europa nei pressi della Circumvallazione Esterna, strada provinciale e di competenza della Città Metropolitana, dove appare più complicato mettere una fermata e con la necessità di dare vita ad una conferenza dei servizi con l’ex provincia.

Nelle prossime settimane Eav e Comune tenteranno di definire il piano e renderlo operativo, presumibilmente, dopo le vacanze estive. Altra cosa da definire, il costo dei ticket. «Tenendo presente il percorso, voglio assolutamente precisare che per noi non ci saranno cittadini di serie A e di serie B; in alcune zone è più difficile far transitare la navetta» afferma l’assessore Cecere, che poi aggiunge: «La nostra intenzione è di andare avanti spediti per una progettazione senza costi sostenuti dall’Ente ma che può dare una grossa mano ai pendolari. Contestualmente, nell’arco di due anni, il nostro obiettivo resta quello di aprire, finalmente, la stazione della metropolitana di Melito di viale delle Margherite con buona parte dei lavori già conclusi».

03/08/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.348 Anno 14
GIOVEDÌ , 14 dicembre 2017
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube