DOMENICA , 24 settembre 2017
Flash News 24
Flash
CRONACA
CAMORRA. Esponente del clan D'Alterio-Pianese di Qualiano resta in cella: è coinvolto in un omicidio
di REDAZIONE

QUALIANO. Il tribunale del Riesame di Napoli ha confermato l’arresto in carcere di Giuliano Quaranta, cinquantasettenne ritenuto vicino al clan D’Alterio-Pianese accusato di essere coinvolto nell’omicidio di Michele Vignola uno dei tanti fatti di sangue della faida di Ercolano. L’uomo venne arrestato il 13 luglio scorso in esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare. Quaranta all’epoca dei fatti era alleato del clan “Birra-Iacomino”. L’uomo è accusato dalla Dda - come è emerso dalle dichiarazione dei pentiti - di avere indicato ai killer Salvatore Viola e Lorenzo Fioto, il luogo dove uccidere Michele Vignola, affiliato al clan Birra. La vittima venne trucidata il 25 luglio 1997 a Parete, in provincia di Caserta, da due appartenenti alla sua stessa cosca, perché ritenuto non più affidabile.Lo stesso Quaranta si è anche occupato del “recupero” dei killer in trasferta. Dietro l’omicidio di Vignola vi era una affronto da pagare con il sangue.



01/09/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.267 Anno 14
DOMENICA , 24 settembre 2017
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube