SABATO , 18 novembre 2017
Flash News 24
Flash
IL RETROSCENA
«I Di Lauro avevano un gruppo di fedelissimi a Melito», ecco come dopo la scissione molti di loro furono reclutati da Marco Di Lauro
di Stefano Di Bitonto

MELITO. Prima che Melito divenisse la roccaforte per eccellenza degli Amato-Pagano era una delle tante piazze di spaccio in dote ai Di Lauro. Era l'epoca pre-faida, quella che avrebbe scompaginato per sempre gli assetti criminali dell'area nord. A spiegarlo è il collaboratore di giustizia Antonio Accurso: «Una volta scoppiata la faida del 2004-ha spiegato Accurso- tra i Di Lauro e la Scissione si forma a Melito un gruppo fedele ai Di Lauro composto da me, da Salvatore Petriccione, Pasquale malavita, Costantino Sorrentino, ora deceduto per malattia, Ciro Barretta, Umberto Lamonica, che attualmente sta con Giovanni Cortese ‘o cavallaro e opera come referente dei Di Lauro. Questo gruppo operò su Melito sino al 7 dicembre 2004 data del blitz contro il clan Di Lauro: Sorrentino e Petriccione vennero arrestati, e credo anche il Lamonica con il blitz ed io iniziai ad occuparmi della piazza della Vinella sino o che non ebbi il diverbio con Pica… Facevano parte del mio gruppo Salvatore Di Gennaro, Antonio detto Gnocchett ed alti che ora non ricordo. I miei cugini Antonio Mennetta e Luigi Magnetti andarono nell’altro gruppo che si posizionò nel Rione dei fiori,composto 50/60 presone al comando di Marco Di Lauro…».



31/08/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.322 Anno 14
SABATO , 18 novembre 2017
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube