LUNEDÌ , 20 novembre 2017
Flash News 24
Flash
LA TRAGEDIA
Silenzio e sgomento nel parco dove abitava Ale, migliorano le condizioni della madre dopo il tentato suicidio
di Antonio Sabbatino

MELITO. Un silenzio irreale. È quello che prevale oramai dai ieri mattina al parco Edileva dove Alessandra Madonna viveva con la madre a seguito della separazione dal marito. Nel complesso residenziale di via delle Ginestre, una traversa di via Signorelli, molto spesso frequentato da tanti ragazzi che si danno appuntamento qui, non vola una mosca. Da quando è arrivata la notizia della morte della 24enne, sembra che i due palazzi siano andati in naftalina. Ogni parola degli inquilini è sottaciuta e la voglia di commentare è poca. I parenti raggiungono la scala A del parco, quella dove si trova la casa di Alessandra in silenzio. Non c’è alcuna volontà di parlare con la stampa. «Non ci sembra proprio il momento adatto», ci dicono. Dai balconi di casa, chi si affaccia ripete soltanto: «È stata una tragedia, ma non vogliamo dire altro». Più espansivo un altro residente, appena rientrato con la propria auto. «Siamo tutti veramente dispiaciuti. Credo che se si ascolta il silenzio del parco, lo si nota chiaramente. Non sappiamo di preciso cosa è successo perché ognuno dà la propria versione. Posso solo dire che era una ragazza apposto, solare e bellissima: tutti erano innamorati di lei. Anche la madre è una persona rispettabile, che mai aveva fatto mancare il suo sostegno ad Alessandra». Proprio la madre della 24enne la signora Olimpia, 50 anni, è ricoverata da ieri all’ospedale La Schiana di Pozzuoli dopo un tentativo di suicidio. La donna infatti si era chiusa in auto con l’intenzione di inalare gas con una bombola. A soccorrerla è stata una coppia di coniugi che l’ha accompagnata all’ospedale di Giugliano. Da lì, dopo qualche ora, il trasferimento al nosocomio puteolano. Le sue condizioni di salute sono buone ma, ovviamente, è ancora sotto shock per la tragica scomparsa della figlia. Si attende anche che sul corpo di Alessandra Madonna venga effettuata l’autopsia all’Istituto di Medicina Legale del Secondo Policlinico di Napoli. Dopo di che, ci saranno i funerali.



09/09/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.324 Anno 14
LUNEDÌ , 20 novembre 2017
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube