MARTEDÌ , 17 ottobre 2017
Flash News 24
Flash
CRONACA
Omicidio di Alessadra Madonna, arriva la decisione del Riesame per Giuseppe Varriale: non c'è il colpo di scena
di REDAZIONE

MELITO. Il Tribunale del Riesame di ha confermato gli arresti domiciliari con l'accusa di omicidio volontario per Giuseppe Varriale, accusato di aver ucciso la giovane Alessandra Madonna. Dunque è stata respinta l'istanza degli avvocati difensori che avevano chiesto la scarcerazione dell'uomo e la derubricazione del reato in omicidio volontario.
Nell’ultima puntata del noto programma Mediaset Quarto Grado, Alessandra Viero e Gianluigi Nuzzi si sono occupati del caso di Alessandra Madonna (24 anni al momento della morte), la ragazza deceduta dopo una discussione con il suo ex fidanzato Giuseppe, venendo trascinata dal suv del giovane in movimento. Quarto Grado ha fornito la versione di Giuseppe, il quale si giustifica affermando di non essere un assassino e che quanto accaduto sia stata in realtà uno sfortunato evento tramutatosi in disgrazia. A Quarto Grado del 29 Settembre 2017, è stata resa nota la versione di Giuseppe, ex di Alessandra Madonna, accusato di omicidio volontatio ed al momento agli arresti domiciliari. Il ragazzo ha dichiarato: ‘Sono stato interrogato per la prima volta dai carabinieri quando ho portato Alessandra all’ospedale e poi una seconda volta dal Gip, quando mi è stato convalidato l’arresto. La versione che ho dato è sempre la stessa, perché è la verità. Era la notte tra il 7 e l’8 Settembre, era verso mezzanotte o mezzanotte e mezza. Io ed un mio amico andavamo in un locale dove si festeggiava un compleanno.
In questo locale lavorava anche Alessandra. Ci siamo divertiti e quando Alessandra ha finito con il lavoro, ci ha


raggiunto al nostro tavolo, dove c’erano parecchi amici in comune ed abbiamo scambiato quattro chiacchiere. Verso le 2:30, finita la festa, io ed il mio amico, che dovevo accompagnare a casa, ci siamo messi in macchina per raggiungere Mugnano dove abitiamo entrambi. Ad un tratto ad un semaforo ho incrociato la macchina di Alessandra, il mio amico può confermare che si è affiancata con l’auto e mi ha chiesto di fermarmi, perché voleva parlare. Mi aveva chiamato un sacco di volte quella sera Alessandra ed anche nei giorni precedenti non mi dava tregua. Io invece volevo chiudere definitivamente con lei, per me la storia era finita definitivamente.

Dopo aver accompagnato il mio amico a casa, arrivo al cancello del palazzo dove abito e trovo la macchina di Alessandra parcheggiata davanti. Io apro col telecomando il cancello e mi rendo conto che lei mi segue a piedi. Ero stanco e non la volevo proprio affrontare. Ma non potevo scappare, né entrare nei box: lei stava arrivando. Ho fatto inversione, volevo uscire più in fretta possibile dal palazzo ed evitarla. A quel punto Alessandra si avvicina alla mia portiera, io abbasso il finestrino, lei mi chiede più volte di fermarmi. Io provo a dirle che non ho voglia di discutere. Le chiedo di allontanarsi, perché io sarei andato via. Mi sembra che sia successo tutto in pochissimi secondi: accendo l’auto, faccio due metri, forse tre, poi sento un rumore strano come dei tacchi sull’asfalto. Allora mi fermo, guardo dallo specchietto, non vedo Alessandra.
Non capisco. Scendo, la vedo ed è svenuta. Attorno ha sangue. Non ho capito più nulla, ero come sotto shock, sconvolto; non sapevo cosa fare, ma l’ho sollevata, l’ho messa in auto, prima davanti, ma non ci stava, allora l’ho messa nel sedile dietro, e sono corso in ospedale a Giugliano…’.

03/10/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.290 Anno 14
MARTEDÌ , 17 ottobre 2017
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube