SABATO , 18 novembre 2017
Flash News 24
Flash
IL CASO
Crollo a Sant'Antimo, richieste di aiuto e catene di solidarietà su Facebook: : «Lotteremo tutti, fianco a fianco»
di Guido Pianese

SANT'ANTIMO. All'indomani della tragedia sfiorata a Sant'Antimo dove si è verificato il cedimento di un'abitazione, sono centinaia i messaggi di vicinanza e solidarietà nei confronti dei residenti di via Giannangeli. Per fortuna l'abitazione dove è avvenuto il cedimento era stata sgomberata nei giorni scorsi, quindi nessun ferito ma solo tanta paura e disperazione. Sulla pagina Facebook il post di un uomo, che nel crollo ha perso la sua casa. Giuseppe scrive: "Buona sera a tutti io sono uno dei tanti di questa sciagura,ho perso la mia abitazione (che mi è costata 30 anni di sacrifici).


Voglio fare un appello a tutti coloro che leggono questo commento che tutti i cosiddetti sfrattati di Sant'Antimo hanno bisogno di aiuti concreti e non di chiacchiere politiche. Dopo l'appello che ha fatto il primo cittadino di Sant'Antimo, quello di mettere sotto le tende i cosiddetti sfrattati di via Pietro Giannangeli è indecoroso vergognoso è disgustoso, che dopo tanto sperpero di danaro pubblico speso per futili motivi, il comune non abbia fondi sufficienti per dare un ospitalità dignitosa, è una VERGOGNA, non finisce così, avendo perso tutto ciò che avevo sono disposto a lottare per i miei diritti fino alla fine. P.S. A nome di tutti gli sfrattati di via Pietro Giannangeli, siamo pronti a tutto purché abbiano i nostri diritti".

Sotto una pioggia di commenti da parte dei cittadini che sin da subito hanno mostrato solidarietà alle famiglie sfrattate. "Ragazzi io sono di Grumo Nevano e in una situazione particolare che mi rende indisponibile, ma raccomando a tutti i Santantimesi di dare sostegno agli sfrattati, di dare sostegno anche nella lotta perché oggi è a loro, domani potrebbe essere a noi e ricordiamoci che "gli altri" "siamo noi". Spero che quanto prima troverete una dignitosa sistemazione per le vittime di questa brutta vicenda" scrive Gennaro. "Lotteremo al vostro fianco" scrive invece una donna.

Dure le accuse lanciate contro l’amministrazione comunale: “Si devono vergognare perché hanno preso la questione alla leggera. Proprio stamattina siamo stati al Comune e il sindaco si è arrabbiato con me perché volevo dei termini, perché volevo una sicurezza. Abbiamo chiesti degli alloggi ma loro ci hanno detto che non ce li possono dare. Vogliamo le loro dimissioni perché hanno sbagliato”. "Mi hanno dato una stanza d'albergo ma domani sera me ne devo andare perchè non ci sono fondi. Lunedì andiamo dormire a casa del sindaco o al Comune" ha dichiarato una signora disperata.

04/11/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.322 Anno 14
SABATO , 18 novembre 2017
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube