SABATO , 18 novembre 2017
Flash News 24
Flash
LA RELAZIONE CHOC DELLA COMMISSIONE
Marano. «Città sotto scacco della criminalità, omissioni ed indifferenza»
di Antonio Sabbatino

MARANO. Una relazione in cui emerge l’enorme difficoltà a rafforzare sul territorio la tenuta legalitaria. La triade commissariale, nel primo report inviato al Ministero dell’Interno sulle condizioni dell’Ente e in generale della città a quasi un anno dallo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni camorristiche (ne seguiranno altre con cadenza più o meno semestrale così come si fa in questi casi), non si nasconde e lancia un grido dall’allarme. Descrivendo la realtà maranese, il commissario straordinario Antonio Reppucci nella relazione firmata anche dai subcommissari Francesco Greco e Maria Ludovica De Caro si dice convito come «solo la cultura, se opportunamente valorizzata e potenziata, potrà agevolare la realizzazione delle migliori condizioni per contrastare, sperando di fermarli, i clan e i tanti giovani aspiranti boss, spesso ansiosi di emulare a modo loro le gesta della vecchia camorra».


Secondo Reppucci, «per anni si è riscontrato, in taluni frangenti, un interesse della malavita, capace di condizionare, anche inconsapevolmente, il sistema economico del territorio», anche a causa di «omissioni e inazioni che hanno favorito la criminalità organizzata». Ma le concause di questo sfacelo sono innumerevoli. Afferma Reppucci: «Si è riscontrata, purtroppo, un’indifferenza per il bene comune e per l’interesse pubblico, con un degrado sociale soprattutto in periferia. La struttura burocratica è insufficiente rispetto alla complessità del territorio. L’Ente ha al momento a disposizione metà dei dipendenti necessari (180 circa su 360 di cui dovrebbe dotarsi la pianta organica ndr.), senza dimenticare l’assenza dei cosiddetti quadri» cioè ingegneri, architetti, funzionari ed anche agenti dei vigili urbani. «La maggior parte degli impiegati sono sicuramente capaci e meritevoli, perché lavorano con impegno ed entusiasmo ma c’è anche un gruppo ristretto menefreghista e che fa ostruzionismo».

Tutto questo, s’accompagna secondo Reppucci «ad alcune anomalie e irregolarità in molte procedure, con una macchina amministrativa veramente farraginosa. Dovrei avere una Ferrari, invece ho a disposizione una 500 malmessa. Ricordiamoci che il Comune sconta una difficile situazione economica, con l’Ente soggetto come è noto alla procedura di riequilibrio pluriennale con vincoli e lacciuoli molto rigidi e stretti in tema di assunzione di personale di risorse spendibili». Altri problemi? L’evasione del pagamento dei vari tributi e la situazione dei lavori pubblici. Nel primo caso, sebbene negli ultimi tempi i controlli e le operazioni legalitarie siano di recente aumentate, soltanto il 30% dei contribuenti paga l’acqua e il 50% i rifiuti. Nel secondo, ricorda il prefetto Reppucci «Marano ha strade e condutture idriche colabrodo, fogne inadeguate o addirittura assenti in alcune zone. Anche le scuole (anche se di recente l’Ufficio Lavori Pubblici ha effettuato un censimento per consentire l’inserimento nell’Anagrafe degli istituti per partecipare ai bandi Pon con i quali fare arrivare fondi, mentre sono state pulite oltre 2000 caditoie ndr.)». Ma c’è una speranza: quella legata alla «effervescenza delle parrocchie, del mondo della scuola, e delle associazioni a livello politico, sociale e culturale». Va ricordato come la triade commissariale rimarrà in carica sino al 2019, anno nel quale si tornerà presumibilmente alle urne per eleggere il nuovo sindaco e il nuovo consiglio comunale dopo l’ultimo sciolto per acclarate infiltrazioni della criminalità organizzata.

06/11/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.322 Anno 14
SABATO , 18 novembre 2017
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube