DOMENICA , 19 novembre 2017
Flash News 24
Flash
CRONACA
S. Antimo. Sequestrata l'area di via Giannangeli, il magistrato ferma l'abbattimento
di Antonio Sabbatino

SANT'ANTIMO. E' stata sequestrata l'area di via Giannageli, dove venerdì si sono verificati nuovi crolli che hanno costretto i residenti ad abbandonare repentinamente le proprie abitazioni come già fatto da circa 10 famiglie una settimana fa ed ora ospitate in due strutture alberghiere di Aversa. Un magistrato del tribunale di Napoli Nord ha firmato il provvedimento, fermando dunque le operazioni di abbattimento annunciate dal sindaco Aurelio Russo. "Chiederò un colloquio con il giudice. Chiederò, inoltre, tramite il legale del Comune, l’immediato dissequestro dell’immobile, almeno per far rientrare in casa le famiglie allontanate solo precauzionalmente, per il pericolo rappresentato dal corpo di fabbrica pericolante. Se non lo abbattiamo, i VV.FF. non daranno mai l’assenso al rientro. Ci proviamo", ha annunciato su Fb il primo cittadino che ha poi rivolto un pensiero verso i residenti di via Giannangeli, angosciati per aver perso la casa peraltro con diversi mutui non ancora estinti. «Comprendo la rabbia ed il disagio di chi ha perso la casa, acquistata con i sacrifici di una vita; ma il Comune ha fatto la sua parte ed in modo tempestivo. Se ha responsabilità nelle cause del dissesto, pagherà. Ma assicuro tutti che quello che dovrà ancora essere fatto, sarà fatto. Per fortuna – aggiunge il capo dell’amministrazione - la nostra decisa azione nei quattro giorni precedenti, la messa in sicurezza dei luoghi e lo sgombero dei residenti hanno evitato guai maggiori».


Proprio sul sostegno dei cittadini, è partita la rete di solidarietà dei cittadini verso chi è rimasto senza un tetto sulla testa in via Giannangeli. Beni di prima necessità, indumenti: a circa 80 persone i santantimesi stanno mostrando la propria fattiva vicinanza in questi giorni terribili. Lo scorso weekend c’è stato sul posto il sopralluogo del vicesindaco della Città Metropolitana di Pace Salvatore Pace (Dema) per prendere visione della oggettivamente difficile situazione in via Giannangeli. «Sul luogo – il commento del consigliere comunale di Dema Giuseppe Italia e del gruppo Agorà – è stato mediato un incontro con il sindaco ed altre cariche amministrative, allo scopo di verificare lo stato dell’edificio in crollo, la problematica delle numerose cavità sotterranee presenti sul territorio e, soprattutto, un tributo di solidarietà alla popolazione santantimese da parte dell’ex Provincia di Napoli». Intanto si terrà a breve un consiglio comunale ad hoc sulla vicenda di via Giannangeli, con le varie forze politiche che si confronteranno sulle altre misure da adottare contando anche sulla relazione dei tecnici comunali e dello stesso sindaco Aurelio Russo.

06/11/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.323 Anno 14
DOMENICA , 19 novembre 2017
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube