SABATO , 18 novembre 2017
Flash News 24
Flash
CAMORRA
Riciclaggio dei Mallardo in Toscana. Il boss Ciccio ed i Liccardo davanti ai giudici
di Antonio Mangione

GIUGLIANO. Alcuni hanno scelto di non rispondere alle domande del gip, altri hanno invece scelto di fare chiarezza sulla loro posizione. Si sono tenuti stamattina gli interrogatori delle persone finite nel blitz di pochi giorni fa contro il clan Mallardo. Il boss Francesco Mallardo (difeso dall'avvocato Gian Paolo Schettino) ed il dipendente comunale Antimo Liccardo (difeso dagli avvocati Gian Paolo Schettino e Giovanni Nappa) si sono avvalsi della facoltà di non rispondere, mentre Paolo Liccardo (difeso dall'avvocato Luigi Poziello), anche lui finito in carcere, ha risposto alle domande del gip chiarendo la propria posizione in merito alle accuse avanzate nei suoi confronti di riciclaggio ed intestazione fittizia di beni, aggravata dall'articolo 7. L’inchiesta – condotta dai pm della Dda partenopea Ilaria Sasso del Verme e Maria Cristina Ribera – si è avvalsa soprattutto di indagini patrimoniali e intercettazioni telefoniche e ambientali, mentre poco


rilevante è stato il contributo offerto dai collaboratori di giustizia a dimostrazione – come hanno spiegato gli inquirenti – che il clan Mallardo è un gruppo assai coeso in cui le defezioni sono assai rare o inesistenti.

10/11/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.322 Anno 14
SABATO , 18 novembre 2017
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube