MARTEDÌ , 16 gennaio 2018
Flash News 24
Flash
CRONACA
Racket per i Ferrara-Cacciapuoti di Villaricca, restano in carcere i due esattori: sono parenti del boss Mimì
di Antonio Mangione

VILLARICCA. Restano in carcere Giovanni e Giuseppe Mauriello, parenti del boss Domenico Ferrara detto Mimì. I due sono stati arrestati dai carabinieri con l'accusa di estorsione ai danni di un imprenditore: al centro delle indagini una rata da 2500 euro per stare tranquillo, che però l'imprenditore non ha voluto pagare. Nessuna denuncia ufficiale, ma i carabinieri di Giugliano (agli ordini del capitano Antonio De Lise) sono riusciti ad acquisire sommarie informazioni utili che gli hanno consentito di fermare due persone vicine al clan Ferrara-Cacciapuoti. Il gip ha convalidato i


fermi, dunque ora i due restano rinchiusi in cella. Le prime richieste risalgono a fine settembre. I due si presentarono presso l'attività che aveva aperta da poco nella zona di Villaricca 2.

16/12/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.16 Anno 15
MARTEDÌ , 16 gennaio 2018
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube