MARTEDÌ , 16 gennaio 2018
Flash News 24
Flash
IL CASO
VIDEO. Lotta al racket, il Capitano De Lise: «A Giugliano poca collaborazione di commercianti ed imprenditori»
di Antonio Mangione

QUALIANO. Sono piccoli grandi segnali quelli che la comunità dell'area giuglianese sta lanciando contro il racket. Natale è come consuetudine un periodo molto 'caldo' per i vari clan dell'area, che impongono il pizzo nelle varie attività commerciali ed imprenditoriali ma finalmente pare che qualcosa stia cambiando, soprattutto grazie all'opera di costante perseveranza dei carabinieri di Giugliano, diretti dal capitano Antonio De Lise, il quale non perde occasione per lanciare appelli durante convegni ed incontri pubblici a denunciare gli episodi estorsivi. I frutti si stanno vedendo. Ieri a Qualiano sono scattate le manette per due presunti esponenti del clan De Rosa, Pasquale Russo di 43 anni e Antonio Fusco di 22 anni, fermati con l'accusa di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso. I due, secondo le indagini, erano andati a chiedere il pizzo in un cantiere edile ma invece di riscuotere i soldi hanno trovato i carabinieri.


Stesso episodio pochi giorni fa a Giugliano dove a finire in manette sono stati Giovanni e Giuseppe Mauriello, parenti del boss Domenico Ferrara detto Mimì. I due sono stati arrestati dai carabinieri con l'accusa di estorsione ai danni di un imprenditore: al centro delle indagini una rata da 2500 euro per stare tranquillo, che però l'imprenditore non ha voluto pagare.



A Giugliano, dopo l'azzeramento del gruppo delle Palazzine, la richiesta del pizzo continua sotto traccia da parte degli esponenti del gruppo storico dei Mallardo così come a Marano dove, nonostante gli arresti, comandano ancora i Polverino-Nuvoletta-Orlando. La speranza è che gli arresti delle ultime settimane abbiano squarciato quel muro di omertà e paura che troppo spesso impedisce di incastrare gli esattori alle loro responsabilità.
"Denunciate, è importante", dichiara il Capitano De Lise. "Purtroppo a Giugliano non stiamo riuscendo ad avere risultati perchè imprenditori e commercianti non si rivolgono alle forze di polizia così come è avvenuto a Villaricca, Qualiano e Frattamaggiore".

Ha collaborato Ivana Ciccarelli

18/12/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.16 Anno 15
MARTEDÌ , 16 gennaio 2018
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube