GIOVEDÌ , 18 gennaio 2018
Flash News 24
Flash
CRONACA
Imprenditore di Mugnano ucciso a Quarto, il racconto dei due pentiti dei Polverino Di Lanno e d'Ausilio
di Antonio Mangione

MUGNANO. E' stato ascoltato stamattina in aula il pentito Biagio Di Lanno nel processo per l'omicidio dell'imprenditore edile Enrico Amelio. Dopo il racconto di Roberto Perrone, ex esponente di spicco dei maranesi, il quale ha spiegato che a decretarne la morte era stato il boss, è comparso in aula un altro pentito il quale ha chiarito i retroscena di quell'orrendo delitto. Il 25 gennaio sarà la volta di un altro collaboratore di giustizia, Gaetano d'Ausilio.
La vittima fu colpita alle gambe ma un proiettile gli recise l’arteria femorale e Amelio morì poco dopo dissanguato. Perrone ha parlato dei momenti precedenti l'agguato ed ha riferito che venne a sapere dalla televisione della morte di Amelio che doveva essere solo gambizzato e che invece cadde sotto i colpi dei killer dei Polverino.


. Nell'agguato, a vario titolo, secondo le tesi formulate dall'accusa, furono coinvolti Claudio De Biase, indicato come l'esecutore materiale, Salvatore Liccardo, alias "Pataniello", Salvatore Simioli (difeso dall'avvocato Luca Gili) alias 'o Sciacallo, Salvatore Cammarota e Gaetano D'Ausilio, quest'ultimo collaboratore di giustizia già ascoltato dagli inquirenti nei mesi scorsi.

19/12/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.18 Anno 15
GIOVEDÌ , 18 gennaio 2018
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube