MARTEDÌ , 16 gennaio 2018
Flash News 24
Flash
POLITICA
Accoglienza migranti. I Comuni di Villaricca, Sant'Antimo e Calvizzano si oppongono
di Antonio Sabbatino
villaricca calvizzano sant'antimo

VILLARICCA. Sono gli enti locali i protagonisti del nuovo corso sull’accoglienza dei migranti con l’apertura degli Sprar che consentirà una più facile gestione dei richiedenti asili e maggiormente agevole, come pure ricordato dal capo del Viminale Minniti. Ma non tutti i Comuni del comprensorio hanno firmato il protocollo lunedì al Maschio Angioino. A non sottoscrivere l’accordo è stata ad esempio Sant’Antimo, dove sino ad ora non esistono né Sprar e neanche Cas. «L’iniziativa – ha spiegato ad Internapoli.it il sindaco Aurelio Russo - è senza dubbio positiva ma noi non abbiamo firmato perché al momento sul territorio non abbiamo strutture adeguate per accogliere i migranti. In futuro, se ci saranno i presupposti e si individueranno posti adatti (ad esempio quei luoghi sequestrati alla criminalità organizzata ndr.) firmeremo. In realtà noi abbiamo chiesto diversi incontri in Prefettura sul tema, ma sino ad ora non siamo riusciti ad avere un confronto».


Altra città rimasta fuori è Villaricca. Lo scorso luglio, l’amministrazione di Maria Rosaria Punzo mostrò l’intenzione di aderire alla rete Sprar per accogliere 100 migranti ma qualche mese dopo il progetto naufragò. Ma, stando a quanto fanno sapere fonti vicine al governo cittadino, il Municipio di corso Vittorio Emanuele ratificherà prossimamente l’accordo e già sono avviati contatti con il prefetto di Napoli Carmela Pagano per un appuntamento incentrato sul piano in oggetto. E poi c’è Calvizzano, dove seppur vi siano due Cas, l’attuale commissione prefettizia ha deciso di rinviare ogni decisione lasciando l’incombenza alla prossima amministrazione comunale che sarà scelta dalle elezioni previste per il 2018, se non ci sarà un prolungamento del periodo commissariale. Simile discorso, che anzi vale ancora di più, anche per la città di Marano dove si sta vivendo il periodo di transizione legato al passaggio di consegne dal vecchio commissario straordinario Antonio Reppucci al suo successore Francescopaolo Menna. Ecco la quota di migranti che questi comuni non sottoscrittori del protocollo sono chiamati ad ospitare da piano Anci. Sant’Antimo è chiamata ad ospitare 109 migranti, rispetto ad una popolazione locale di 33.905 abitanti; Marano, 192 su 59.874 residenti; Calvizzano 39 su 12.329; Villaricca 100 su 31.122 persone del posto. Va ricordato come le città non aderenti potranno entrare nel protocollo sino al 31 dicembre 2018, dunque c’è ancora un anno di tempo.

22/12/2017
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.16 Anno 15
MARTEDÌ , 16 gennaio 2018
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube