GIUGLIANO, ULTIMI GIORNI PER ADERIRE ALLA PROPOSTA DI CONCORDATO IDRICO

Febbraio 2007. Il sindaco di Giugliano

“Stiamo registrando un grande risultato di equità e legalità – dice l’assessore Armando Di Nardo- Hanno già aderito 15 mila famiglie”.

Il termine scade il 31 dicembre 2007. Da gennaio sono stati installati 10 mila nuovi contatori, hanno aderito al concordato idrico 15 mila utenti e sono tanti coloro che continuano a confluire agli sportelli comunali ed a quelli della Geset Italia spa per regolarizzare le rispettive posizioni contrattuali. I cittadini che vogliono aderire alla proposta di Concordato idrico del Comune possono sono recarsi presso gli sportelli della Geset di Borgo Meridiano in via Aniello Palumbo, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12, e dalle 15 alle ore 17. A Lago Patria (in via Lago Patria 206) dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.

Gli orari di apertura al pubblico dell’Ufficio Acquedotto: martedì, mercoledì, venerdì dalle 15.30 alle ore 19. Di sabato dalle 9 alle 13.
Per ulteriori informazioni si può fare riferimento ai numeri 081/8956221-222 e 800013280.

Si ricorda, Inoltre, per consentire il rispetto dei principi di equità e solidarietà sociale nonché delle disposizioni in materia di contabilità, equilibrio e dissesto finanziario degli enti locali ai sensi del D.L. n°342 del 15 settembre 1997, il Consiglio Comunale in data 11/10/2007 con delibera n° 41 ha approvato importanti modifiche al Regolamento per il Servizio di Distribuzione dell’Acqua Potabile che possono essere riassunte nei seguenti punti principali: estensione delle “disposizioni transitorie” anche per l’anno 2007 per tutti coloro che ancora sono sprovvisti di contatore o di regolari misure dei consumi già effettuati; introduzione di penali e rimborsi per danni arrecati alle condotte idriche di adduzione, sospensione dell’erogazione idrica e denuncia alla Procura della Repubblica per tutti coloro che non hanno ancora regolarizzato la loro posizione di utente del Servizio Idrico Integrato e che continuano ad utilizzare illegittimamente la risorsa idrica.

Le modifiche al Regolamento per il Servizio di Distribuzione dell’Acqua Potabile sono disponibili sia sul sito internet del comune, sia all’Ufficio Acquedotto.