18.8 C
Napoli
mercoledì, Febbraio 28, 2024
PUBBLICITÀ

Chiude Bricocenter: 14 dipendenti licenziati

PUBBLICITÀ

Lo scorso undici febbraio lo storico punto vendita Bricocenter, all’interno dell’Auchan di Mugnano, ha chiuso i battenti. Le saracinesche si sono abbassate e alla fine del mese, il giorno 29, scatterà la mobilità per i 14 dipendenti. «Abbiamo cercato risposte dall’azienda- afferma P. uno dei lavoratori – per comprendere se i vertici avevano un’idea di ricollocazione per noi e nell’ottica della flessibilità, per non perdere il lavoro, eravamo disposti a ridiscutere il contratto e a rinunciare ai privilegi di quello stipulato all’assunzione». I quattordici lavoratori avevano pensato al ricollocamento in altre strutture del gruppo Adeo”, presenti nell’area metropolitana di Napoli e invece la società, per loro, prevede solo il licenziamento, probabilmente qualche fortunato avrebbero potuto trovare un’occupazione nel gruppo. Una roulette russa sulla pelle dei lavoratori che hanno investito, nel punto vendita da dodici a vent’anni, sogni e speranze. «Abbiamo chiesto – afferma R. altro dipendente- di motivare la chiusura considerando che non c’è sembrato che il negozio avesse un bilancio negativo».Sembra che la grande crisi dei consumi, che interessa l’Italia, ha colpito quest’azienda che nell hinterland si era contraddistinta negli anni nel settore dell’ utensileria , ferramenta, arredo e casalinghi diventando un riferimento per tutti gli amanti del fai da te. Il licenziamento motivato dalla società non si spiega però, quando si apprende dal manifesto diffuso dai lavoratori, che mentre a loro veniva comunicato la fine del rapporto di lavoro, nuove inserzioni per la ricerca di personale venivano pubblicate sui giornali per conto di Leroy Merlin affiliato al gruppo Adeo per l’apertura di nuovi punti. Gli operai dinanzi a questo atteggiamento , per protesta, hanno occupato il magazzino istituendo un’assemblea permanente in attesa dell’incontro tra sindacati e vertici aziendali che si terrà il giorno 27 febbraio. Solidarietà è stata espressa dal primo cittadino di Mugnano Giovanni Porcelli e dal direttore del Parco Commerciale Auchan che si sono impegnati ad intervenire nei prossimi giorni per capire se è possibile impedire il licenziamento.

PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

La Napoli trash si prepara al Grande Fratello con i tiktoker, ma c’è chi si ribella: “Qui è vietato ascoltare Rita De Crescenzo”

Sui social è diventato virale un cartello affisso in un centro di fisioterapia OrtoFisioSport. I respondabili del centro, in particolare,...

Nella stessa categoria