Villaricca. Autocostruzioni: sulla vicenda indaga la Polizia Municipale

Villaricca. Il cantiere sul Corso Italia

Tiene ancora banco la vicenda dell’Autocostruzione dei 25 alloggi di corso Italia. Dopo la denuncia dell’opposizione che sostiene la costruzione abusiva di un cancello sul suolo pubblico, la Polizia Municipale sta indagando sull’intera vicenda. Il maresciallo Giuliano Menna ha chiesto tutta la documentazione per vagliare le autorizzazioni incorse tra l’ufficio tecnico e i costruttori. Intanto il consigliere Francesco Maisto ha diffuso la convenzione, a sostegno della tesi della minoranza. Due gli articoli dell’accordo che andrebbero a regolamentare i rapporti. L’articolo 3 sancisce: “La cessione della proprietà delle aree in forma gratuita a favore del Comune, avverrà con la stipula di un successivo atto di trasferimento, come previsto dall’articolo 5. Tali aree, al fine di assicurare il soddisfacimento dell’interesse pubblico e collettivo, sono assoggettate a vincolo di destinazione d’uso pubblico”. L’articolo richiamato dal precedente recita: “Gli Autocostruttori si obbligano unilateralmente a cadere gratuitamente al Comune un’area da destinare a verde pubblico della superficie di 300 metri quadrati, ubicata sul confine Nord-Est del lotto, in corrispondenza dell’incrocio tra il Corso Italia e la Traversa di Corso Italia”. Secondo gli accordi la zona deve essere ceduta in forma gratuita al Comune tramite un atto notarile, inoltre gli auto-costruttori sono obbligati a sistemare il verde e le piante.