Giugliano. Amianto sulla spiaggia libera di Licola, l’amministrazione comunale lo mette in sicurezza

L'operazione sulla Fascia Costiera

Decine di metri di spiaggia libera ricoperte da amianto. L’amministrazione comunale si attiva per la messa in sicurezza. Mercoledì mattina, i tecnici del settore Ambiente del comune di Giugliano, si sono recati sull’arenile ex lido della Nato, ormai noto per le condizioni di degrado nelle quali versa. Dal sopralluogo effettuato, i tecnici hanno riscontrato la presenza di enormi cumuli di rifiuti contenenti amianto. Su ordine del sindaco di Giugliano Antonio Poziello, il giorno successivo al sopralluogo, l’ufficio Ambiente ha provveduto a mettere in sicurezza l’amianto.

La spiaggetta libera che un tempo ospitava il lido per i militari della Base Nato versa in condizioni fatiscenti. Le associazioni del posto, come l’Eco della fascia costiera, e gli attivisti del Movimento Cinque Stelle hanno più volte denunciato questa situazione di degrado. Sull’arenile sono abbandonati rifiuti speciali, combusti, pericolosi e misti. I rischi sanitari per l’igiene e l’incolumità pubblica sono altissimi.

Il sindaco Antonio Poziello, comunque, ha posto la riqualificazione ambientale e il rilancio turistico della fascia costiera al centro dell’agenda politica. Vanno avanti i lavori di pulizia e spianamento dell’arenile antistante piazzetta Cristoforo Colombo. Dopodiché, altri interventi saranno effettuati proprio la spiaggetta libera ex Lido Nato.