Assurdo a Calvizzano. Una casa trasformata abusivamente in una scuola: bimbi trasferiti in altri istituti

Un immobile che risultava essere una “casa” era stato trasformato in scuola. L’incredibile episodio è stato scoperto dai carabinieri di Calvizzano, diretti dal maresciallo Carmelo Firetto, insieme ai colleghi di Giugliano e al personale dell’Asl, hanno effettuato controlli in un istituto paritario in via Tagliamento. I militari hanno atteso che l’ultima ora di lezione dei bambini per entrare in azione.
L’attività era sprovvista del certificato igienico sanitario rilasciato dall’Asl e della licenza di pubblico esercizio rilasciata dal Comune.
Nessun tipo di documentazione in materia di sicurezza sul lavoro è stata trovata sul posto.
I militari dell’Arma hanno denunciato per violazioni al testo unico in materia urbanistica la responsabile e il proprietario dell’immobile.
Inoltre, su richiesta dei carabinieri, il sindaco della cittadina ha emesso ordinanza di sospensione dell’attività, disponendo la redistribuzione nelle scuole pubbliche dei 69 iscritti alla scuola elementare e dei 38 iscritti alla scuola primaria.
All’immobile sono stati apposti i sigilli.