Referendum ecovillaggio rom. Iovinella: «Dimissioni Poziello? Sono altri a dover fare mea culpa»

“La maggioranza consiliare prende atto delle motivazioni addotte da Ministero degli Interni e Prefettura attraverso le quali è espressa l’inammissibilità del Referendum consultivo per la realizzazione dell’Eco Villaggio promosso da un comitato cittadino. Ritengo giusta questa decisione in quanto si trattava di una consultazione popolare che violava il Testo Unico sull’ordinamento degli Enti Locali”. E’ quello che ha affermato il capogruppo di Giugliano Libera Francesco Iovinella. L’esponente di maggioranza commenta la notizia e le dichiarazioni dei colleghi di opposizione alcuni dei quali hanno chiesto le dimissioni del sindaco Antonio Poziello. “Qualora questa deliberazione non fosse giunta prima della seduta di consiglio comunale, l’amministrazione avrebbe affrontato con serenità il dibattito in aula esponendo le sue considerazioni. Sicuramente non ci saremmo sottratti al confronto. E mi chiedo se sia più corretto chiedere le dimissioni del sindaco per aver “mortificato più di 5000 cittadini che hanno chiesto il referendum” piuttosto che fare mea culpa per averli coinvolti in una proposta rivelatasi inammissibile e che andava addirittura contro la carta sociale europea”.