Secondigliano-Qualiano. Spaccio di droga a Giugliano, condanna in Appello

Ieri è stata pronunciata la sentenza d’Appello nei confronti di un uomo residente a Qualiano ed originario di Secondigliano. Raffaele Scardia era stato condannato in primo grado ad otto anni e dieci mesi di reclusione. In Appello ha ottenuto uno sconto di pena essendo stato condannato a 5 anni e quattro mesi di reclusione. Scardia è stato fermato dai carabinieri anche all’inizio del 2015. in esecuzione di un’ordinanza ai domiciliari emessa dal Tribunale di Napoli per vicende relative sempre allo spaccio di sostanze stupefacenti, che si sarrebbero verifícate nel maggio del 2006 a Giugliano, altro comune dell’area a nord di Napoli.