Sequestro di botti a Villaricca, militari dell’Arma fermano un furgone al Corso Italia. Nei guai commerciante

Pugno duro dei militari dell’Arma della Compagnia di Giugliano contro il sequestro di botti. A Villaricca, i militari dell’Aliquota Operativa, diretti dal tenete Viviano, coordinati dal capitano De Lise, hanno denunciato un commerciante di Villaricca F.C., 33enne per detenzione illegale, fabbricazione e commercio abusivo di materiale esplodente. I carabinieri hanno avviato un apposito servizio per contrastare il commercio incontrollato di artifizi pirotecnici, destinati ad essere utilizzati per i festeggiamenti della notte di fine anno. L’uomo è stato fermato al Corso Italia 280 a bordo del furgone Peugeot al cui interno c’erano complessivi 20 pacchi contenenti materiale esplodente di 5^ c-e categoria (batterie) per un perso complessivo di materiale attivo pari a 40 (quaranta) kg. materiale illegalmente detenuto sottoposto sequestro.