Operaio di Mugnano morto nel cimitero, Salvatore ha battuto mortalmente la testa

Arrivano ulteriori dettagli sulle cause che hanno portato alla morte in tarda mattinata dell’operaio di Mugnano, deceduto mentre era impegnato nell’installazione di un ascensore nel cimitero di Marcianise.

Salvatore Chianese ha riportato gravi fratture al cranio che hanno reso inutili l’operato dei soccoritori. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della Compagnai di Marcianise. Chianese, classe 1971, lascia una moglie e due figlie piccole. I conoscenti lo ricordano come un uomo dedito alla famiglia e al lavoro.