Blitz della Polizia di Giugliano, scoperto a Mugnano il re dei prestanome: ecco cosa aveva intestato

Nell’ambito di indagini coordinate dalla Procura
della Repubblica di Napoli Nord, il Commissariato
di polizia. di Giugliano, avvalendosi della
collaborazione del Servizio Centrale di Controllo
del Territorio di Roma, del Compartimento Polizia
Stradale per la Campania e Molise, ha dato
esecuzione ad un provvedimento, emesso dal GIP
del Tribunale di Napoli Nord, con il quale è stato
disposto il sequestro preventivo di 1758 veicoli
fittiziamente intestati ad un soggetto. La persona
in questione, di anni 34, originario di Mugnano di
Napoli, fittiziamente titolare di una società di
compravendita di veicoli per conto terzi, risulta
indagata per il reato di falso e di
favoreggiamento. Dalle indagini, sinora espletate,
è emerso che quest’ultimo, in concorso con altri,
intestava 2174 veicoli alla società e 1464 veicoli a
proprio nome.

In estrema sintesi, secondo l’ipotesi accusatoria,
attraverso tale sistema chiunque ne avesse avuto
bisogno per commettere reati o per altre illecite
esigenze, ovviamente versando un adeguato
corrispettivo, aveva la possibilità di ottenere la
disponibilità di
un’autovettura.
In tal modo, quindi, si sono
favorite numerose persone, prevalentemente
extracomunitarie, dedite a ogni tipologia di reati
predatori consumati su tutto il territorio
nazionale. Le relative indagini, tempestivamente
svolte dalla Polizia di Stato del Commissariato di
Giugliano con l’ausilio della Sezione di Polizia
Giudiziaria, avevano già portato al sequestro di
numerosi altri veicoli con intestazione fittizia
utilizzati in altrettanti episodi delittuosi nella
provincia di Napoli ed in altre località del territorio
nazionale.