Assurdo in provincia. Immigrato entra in chiesa, picchia il prete e distrugge una statua

Marocchino entra in una chiesa del Salernitano, aggredisce il sacrestano e poi frantuma, prendendola a calci, una teca dell’altare contenente una statua della Madonna: il fatto è accaduto a Pagani. I Carabinieri della Sezione Radiomobile e della Stazione di Nocera Inferiore (Salerno), con i colleghi della Tenenza di Pagani, hanno arrestato l’immigrato, che ha 26 anni, con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento.



Il giovane, noto alle forze dell’ordine perché affetto da problemi psichiatrici, è entrato nella chiesa di Sant’Alfonso Maria dè Liguori in stato confusionale. Al momento dell’intervento dei militari che cercavano di riportarlo alla calma, il 26enne si è scagliato anche contro un militare ferendolo lievemente. Bloccato con quale difficoltà, è stato portato in caserma, a Nocera Inferiore, arrestato e messo a disposizione della Procura della Repubblica. È in attesa di essere giudicato oggi stesso con la formula del rito direttissimo.