Giugliano. Rom e Giunta, le 2 frecce nell’arco dell’opposizione per ‘ferire’ Poziello

Referendum eco-villaggio rom e questione giunta, sono queste le 2 frecce nell’arco della minoranza per tentare di mettere in difficoltà l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Antonio Poziello. Poco più di una settimana fa, i consiglieri di opposizione hanno protocollato due richieste: in primis, hanno chiesto la convocazione urgente di un consiglio comunale sulla proposta di referendum avente come oggetto la costruzione di un eco-villaggio per la comunità rom. E poi, la minoranza spinge affinché si tenga una seduta di assise monotematica sulla Questione giunta. L’esecutivo è finito nel mirino delle forze di opposizione dopo l’improvviso addio del prof. Caputi, che aveva una delega importante ovvero quella all’urbanistica. Probabilmente gli esponenti della minoranza vorrebbero spiegazioni in merito alla gestione del ‘caso Miriam Marino’, che dopo la rottura col suo partito ricopre a 360 gradi la carica di assessore. Invece, prima che venga stabilita la data per il consiglio sull’ecovillaggio si dovrebbe tenere una riunione tra capigruppo e portavoce di maggioranza e opposizione, una sorta di “pre-consiglio”. Intanto il sindaco è ancora alle prese con la scelta dell’eventuale assessore proveniente dall’Udc, oltre che del sostituto del dimissionario Paride Caputi. Senza dimenticare, infine, la questione Dup rimandata durante l’ultimo consiglio comunale.