Casa a luci rosse a Villaricca. Faceva prostituire una 26enne nella sua abitazione, arrestata

A Villaricca, i militari della locale stazione, diretti dal maresciallo Salvatore Salvati e coordinati dal capitano Antonio De Lise, hanno arrestato in flagranza per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione Luisa Orefice, 56enne del posto. A seguito di attività info-investigativa, gli operanti accertavano che la predetta, all’interno della propria abitazione di residenza, gestiva e sfruttava (procacciando clienti a mezzo inserzioni telefoniche nonché riscuotendo il denaro al termine delle prestazioni sessuali) attività di prostituzione esercitata da parte di una donna 26enne, dedita al meretricio. Quando i carabinieri si sono introdotti nell’appartamento, la giovane donna veniva sorpresa mentre consumava un rapporto sessuale con un cliente nonché veniva rinvenuto e sottoposto a sequestro: un telefono cellulare marca samsung, completo di sim-card sulla cui utenza la donna sfruttatrice riceveva le telefonate dei clienti con i quali concordava appuntamenti e remunerazioni delle prestazioni, undici profilattici di varie marche e modelli; e duecentosessantacinque euro, ritenuti provento dell’attività illecita.
Orefice è stata rinchiusa nel carcere di Pozzuoli, in attesa della convalida del fermo.