«L’ho uccisa io», si è consegnato il pirata della strada che ha travolto Debora davanti al fidanzato

Si è consegnato il conducente dell’auto pirata che stanotte ha falciato e ucciso Debora a Sant’Antimo. Si tratterebbe di un uomo di Giugliano di 27 anni le cui generalità sono ancora sconosciute. L’uomo che ha ucciso la donna ha confessato di aver ucciso e di non aver prestato soccorso alla vittima.

Si è consegnato ai carabinieri di Villaricca insieme con il suo avvocato confessando – come hanno reso noto i carabinieri – di essere lui l’investitore. Si tratta di un giovane di 27 anni, di Giugliano La ragazza, Debora Menale, era stata investita ed uccisa all’alba da un’auto mentre attraversava la strada all’uscita da una discoteca a Sant’Antimo (Napoli). La giovane, di Gricignano d’Aversa è stata travolta senza avere scampo. L’uomo alla guida non si è fermato e si è dato alla fuga. La ragazza è giunta morta all’ospedale di Aversa.