Mugnano, fu coinvolto e sospeso dopo il blitz anti assenteismo: arriva la decisione per il dipendente comunale

Verso il reintegro il 59enne G.M. il custode dell’Ufficio Anagrafe di via Napoli la cui posizione era al voglio dopo i controlli al Comune effettuati a fine marzo dai carabinieri durante i quali emerse che tutti gli altri comunali erano regolarmente in servizio dopo aver badgiato. L’uomo non era presente al proprio posto al momento dell’arrivo dei militari dell’Arma di Giugliano diretti dal capitano Antonio De Lise e di quelli di Mugnano guidati dal maresciallo Antonio Vecchione e per questo era stato sospeso. Tutto chiarito: il dipendente era sì fuori dalla sede di via Napoli, ma era altrove sempre per lavoro e quindi il provvedimento disciplinare nei suoi riguardi, come pure appariva possibile già qualche ora dopo le verifiche dei carabinieri, è caduto. Nelle prossime ore il dipendente, un ex pugile che raggiunse la fama nazionale, tornerà in servizio chiudendo definitivamente la quesitone.