Sfere e luci misteriose in Campania: «Gli Ufo stanno riempiendo il nostro cielo». Boom di segnalazioni

“Al Centro Ufologico Mediterraneo, stanno pervenendo, nell’ultimo periodo degli “ufo files” alquanto interessanti non tanto in sé stessi, ma per le ripetute segnalazioni provenienti da diverse parti d’Italia”. Così il presidente dell’associazione, Angelo Carannante, in una nota diffusa alla stampa per commentare numerosi avvistamenti.

“Pochi anni or sono, gli ufologi mediterranei – prosegue la nota – si occuparono di un caso simile, cioè di un’ondata, in termini ufologici “flap”, che interessò la penisola italiana tra la fine di dicembre e gli inizi di gennaio che spesso poco o nulla aveva a che fare con i festeggiamenti e botti di fine anno. Soltanto le sfere erano rosse. Questa volta è stato segnalato, a più riprese, il volo di strani globi luminosi bianchi o di forma assimilabile che, alcune volte, hanno spaventato i testimoni. I casi si sono registrati in diverse località italiane tra le quali Napoli, con molte segnalazioni, Modena, Catania, Guglionesi, Benevento, Montecassino.

Il Cufom – sottolinea Carannante – sta svolgendo le indagini, riassunte in un ricco servizio con immagini sul sito ufficiale www.centroufologicomediterraneo.it con un ottimo videotrailer, che mostrano questi ufo files che tanto stanno facendo parlare. Dai video si sarebbe tentati di liquidare un fenomeno come un banale scambio di oggetti di uso comune come palloncini ad elio, riflessi, velivoli “umani” su cui riflette il sole. Tuttavia, la questione non è così semplice in quanto in molti casi non si è riusciti ad identificare l’oggetto volante che è restato non identificato. Siamo quindi in presenza di un’ondata di sfere bianche.

Infine – conclude il Cufom -, in merito ad un recente avvistamento di un disco volante, a Montecorice in provincia di Salerno, non possiamo dare giudizi. Abbiamo chiesto, tramite Facebook, di esser messi in contatto con il testimone ed autore della foto che testimonierebbe il fatto ufologico per acquisire l’originale che, se fosse accertato tale, farebbe scattare le nostre indagini sul posto con un’apposita squadra di ricercatori”.