Vergogna a Marano, insulta e picchia la compagna. «Chiamate i carabinieri, la sta uccidendo!»

I militari della Tenenza di Marano, diretti dal tenente Tessitore e coordinati dal capitano De Lise, hanno tratto in arresto, per resistenza a pubblico ufficiale nonche’ deferito per minacce e lesioni un 37enne di Marano. I carabinieri sono intervenuti per sedare una lite in famiglia ed hanno bloccato l’uomo in evidente stato di agitazione, anche alla presenza dei militari, inveiva contro la compagna, la quale presentava evidenti segni di percosse su tutto il corpo, e opponeva resistenza alle operazioni sia sul posto, nel tentativo di calmarlo, che successivamente presso quegli uffici dove i militari lo avevano condotto. La donna, a seguito delle lesioni riportate, visitata presso l’ospedale “San Giuliano” a Giugliano dove è stata medicata per la contusione alla parte toracica” con prognosi di giorni 7 e dimessa. L’uomo sarà processato per direttissima