Aumenta la tassa sui rifiuti a Mugnano, l’accusa dell’opposizione: «Danneggiate le famiglie»

Aspre polemiche in città per l’aumento della tassa sui rifiuti. Secondo l’opposizione c’è stato un aumento della parte variabile della Tares che influisce sul numero degli occupanti, mentre è stata abbassata la componente fissa che riguarda i metri quadrati delle abitazioni. Il consigliere Vincenzo Cardone ha criticato la decisione: “Nonostante gli sforzi dei mugnanesi riguardanti l’aumento della raccolta differenziata, le bollette non diminuiscono. Inoltre secondo l’ufficio tributi c’è stato un recupero di 48mila euro in più rispetto alla quota provinciale.
L’Amministrazione ha preferito utilizzare il ‘tesoretto’ per prevedere agevolazioni per i luoghi di culto e la grande distribuzioni” – ha affermato l’esponente della civica Piscopo Sindaco. “Sono state invece maggiormente colpite le famiglie monoreddito più numerose che arrancano ad arrivare a fine mese. Invece che aiutare la famiglia, andiamo a penalizzarle con un ulteriore aumento”. Stasera il sindaco Luigi Sarnataro risponderà alle polemiche attraverso una diretta Facebook trasmessa sulla pagina istituzionale.