Marano e Giugliano, operazione dei carabinieri: 2 arresti e 12 denunciati

Oltre 30 militari impegnati ieri nell’operazione Alto impatto eseguita dai carabinieri tra Marano e Giugliano. In manette Djoudeesow Mamadou domiciliato a Maranopresso il centro daccoglienza immigrati resosi responsabile del reato di evasione. L’uomo, sottoposto in regime di arresti domiciliari per tentata rapina aggravata e resistenza veniva sorpreso a transitare a piedi in via del Mare del comune di Marano, in flagrante violazione del beneficio concessogli. In manette sono finiti anche
Cangiano Massimo, di Giugliano in esecuzione all’ordinanza di aggravamento di misura cautelare emessa in data 06.07.2017 dal tribunale per i minorenni di napoli, che disponeva la custodia in istituto penale in sostituzione del collocamento in comunità a cui era sottoposto per il reato di rapina dalla quale si era arbitrariamente allontanato in data 03.07.2017. Dodici le persone denunciate per guida senza patente uso di sostanza stupefacente, detenzione ai fini della vendita di tabacchi lavorati esteri di contrabbando, tentata truffa e ricettazione, oltraggio, tentata estorsione, porto abusivo oggetti atti ad offendere.
Sequestrati:
gr. 11,5 di sostanza stupefacente del tipo cocaina, rinvenuta a carico di ignoti;
284 pacchetti di sigarette di varie marche estere, per un peso complessivo di kg. 5,680.
Segnalati due soggetti al competente u.t.g. quali assuntore di sostanze stupefacenti (art. 75 dpr 309/1990).