Roghi tossici, Il Pd: «Poziello si contraddice, prima dichiara vittoria poi proclama lo Stato di emergenza»

- Pubblicità -

“Da una parte ha fatto affiggere manifesti in città per complimentarsi da solo sulla diminuzione di roghi, dall’altro dopo appena sette giorni proclama quasi lo stato di emergenza partecipando a vertici in prefettura e aderisce a flash mob contro l’emergenza incendi. Due sono le cose: il sindaco Poziello o è affetto da bipolarità o smentisce se stesso”. E’ duro il commento del gruppo consiliare del Partito Democratico sulla questione roghi tossici. “Apprendiamo dell’ennesima riunione in Prefettura a cui ha partecipato il sindaco, il quale ha annunciato una task force per arginare un fenomeno. Appena qualche giorno fa annunciava la vittoria della sua Amministrazione su questo tema, ma i fatti lo hanno pietosamente smentito ed ora si è visto costretto a fare marcia indietro, annunciando finanche la partecipazione ad un flash mob organizzato da cittadini esasperati, costretti a subire notte e giorno i fumi tossici. L’Amministrazione – continuano i consiglieri del Pd – invece di andare avanti con slogan e annunci che lasciano il tempo che trovano, si attivino concretamente per chiedere un aumento cospicuo di forze sul territorio e compulsino la Regione per evitare l’ennesimo scempio ambientale attraverso la realizzazione di nuovi impianti di trattamento dei rifiuti. Questo territorio ha già dato tanto, troppo, all’emergenza rifiuti. Intanto ringraziamo i carabinieri, polizia e guardia di finanza per i controlli e gli arresti che stanno effettuando sul territorio”.

- Pubblicità -