La camorra dimentica il lutto e torna a sparare in città: esplosi 10 colpi di pistola in pieno giorno

Nemmeno il tempo di elaborare il lutto delle otto vittime del crollo, ecco che la camorra torna a sparare a Torre Annunziata. Una «stesa», con obiettivo un’auto parcheggiata in strada ed un’abitazione, a ridosso di Palazzo Fienga (ex roccaforte del clan Gionta) e dalla Basilica dove si sono celebrati i funerali delle otto vittime del crollo dello stabile di Rampa Nunziante, a circa cinquecento metri di distanza è avvenuta nel fine settimana.

Dieci colpi di pistola, esplosi di giorno, nella mattinata di ieri in via Castello.