Camorra di Forcella. «Genny a carogn fu contattato anche dal ras Ferraiuolo». Nel gruppo anche il cognato del boss Cutolo

Ad indicare Gennaro De Tommaso, alias ‘Genny a carogn’ come il capo ed organizzatore di un grosso giro di droga dalla Spagna sono le parole del collaboratore di giustizia Gennaro Tubelli, una delle più importanti ‘gole profonde’ che ha fatto luce sui traffici illeciti di Forcella e della Maddalena. «Anche che il boss Maurizio Ferraiuolo nel 2011-2012 si rivolse anche ai De Tommaso per approvvigionarsi di erba ma questi preferirono scaricarlo su due ragazzi a nome …(omissis) … , che saprei riconoscere in foto, i quali compravano grossi quantitativi di erba a Barcellona in Spagna per poi distribuirla in tutta Napoli con il sistema delle “puntate”, ossia piu’ acquirenti all’ingrosso, anche appartenenti a diversi contesti criminali, anticipano il denaro per la fornitura ad un prezzo piu’ conveniente rispetto a quello corrente, atteso il rischio di sequestri e perdita dello stupefacente». Secondo Tubelli a capo del gruppo c’era lo stesso De Tommaso con il ras Vincenzo Gravina detto ‘ o chiatto cognato del boss Enzo Cutolo “borotalcio” del Rione Traiano.