«Non c’era sperequazione», il Riesame annulla il sequestro dei beni ai fratelli Lubrano e a Giuseppina Orlando

Non c’era sperequazione e dunque non sussistevano i presupposti per il sequestro. Sulla base di tale motivazione il tribunale del Riesame di Napoli ha annullato il sequestro di beni dispoto dal gip (dottoressa Ferri) nei confronti dei tre fratelli Armando, Vincenzo e Raffaele Lubrano e di Giuseppina Orlando.Passa la linea difensiva dell’avvocato Emilia Granata e dunque i beni dei quattro vengono dissequestrati.