Buon compleanno voragine, ecco l’incredibile situazione a Qualiano dopo due anni dal crollo

voragine qualiano apertura due anni

Sono passati ormai due anni dall’apertura della voragine in via De Gasperi, che si verificò il 2 agosto del 2015. Da quel momento la zona venne recintata ed interdetta, purtroppo da allora è oggetto oggetto di sversamenti abusivi. Come fu accertato dai tecnici il cedimento fu provocato da un collasso della calotta di chiusura di una vecchia cava di tufo. I tecnici realizzarono con urgenza un bypass idrico e fognario per garantire l’alimentazione alle abitazioni circostanti, inoltre in quelle cavità si calarono un gruppo di speologi. Secondo i rilievi le cavità sembrano essere collegate tra loro da una fitta rete di cunicoli percorribili.

Nel febbraio 2016 la giunta di Qualiano approvò uno studio di fattibilità per un progetto di messa in sicurezza pari 700 mila euro. Sul posto fu previsto la realizzazione di una scala in ferro che potesse utile a monitorare il sottosuolo ed ispezionare anche. La vicenda ha avuto risvolti giudifiziari,infatti, il Comune di Qualiano citò Acquedotti SCPA in tribunale nel luglio del 2016 per verificare la sussistenza dei presupposti di legge, per l’esercizio delle azioni legali del caso, in ordine alle cause che hanno provocato la voragine di piazza De Gasperi.

All’inizio del 2017 giunsero in città le telecamere di ‘Striscia la Notizia’ su segnalazione dei residenti che constatemente protestano. Alcuni cittadini scrissero al sindaco Ludovica De Luca della città diffidandolo a un intervento immediato e minacciando, nel caso in cui ignori la gravità del problema, di sporgere querela presso la Procura della Repubblica di Napoli nei suoi confronti e nei confronti di chi con lui è responsabile di uno stato di cose tanto assurdo quanto insopportabile. Ad oggi si attende la partenza dei lavori.