Pizzo a Giugliano, monito del Capitano De Lise: «Non lasciate che vinca la camorra, denunciate il racket»

È salito sul palco ed ancora una volta ha rivolto un accorato appello ai cittadini giuglianesi: “Denunciate il racket, non lasciate che la camorra vinca”. Il capitano dell’Arma dei Carabinieri di Giugliano De Lise ha scosso la platea presente durante la presentazione della Confesercenti a Giugliano. Ha ricordato come il
silenzio sia complice della camorra ed ha nuovamente invitato commercianti e cittadini a denunciare.
“Nelle attività tra Nord e Sud c’è un’unica e sostanziale differenza: la Camorra. Quando qualche commerciante o imprenditore nega di aver pagato, sta lasciando il futuro della propria città in balìa della criminalità. Non sono necessari complimenti, nè passeggiate in centro, se girate le spalle una volta usciti dal mio ufficio. Scegliendo da che parte stare non state aiutando me, ma salvando voi stessi e la città. Il nostro compito è affiancare quell’unica persona che ha avuto il coraggio di denunciare”, ha dichiarato il Capitano Antonio De Lise.
“Voi in qualità di associazione avete il compito di liberarvi dal pizzo, la tassa dell’illegalità che vi porterete dietro tutta la vita”.
Una sfida la sua, intrapresa giorno dopo giorno per restituire agli oltre 120mila abitanti una città sana lontana da strategie e logiche di stampo mafioso.